olio ozonizzato per gomito tennista

Il Gomito del Tennista


Il Gomito del Tennista, o epicondilite laterale, è un’infiammazione dei tendini che collegano i muscoli dell’avanbraccio alla parte esterna del gomito.

Nonostante ciò che si potrebbe immaginare dal nome, non interessa solamente coloro che giocano a tennis, anche se sono i più colpiti.olio ozonizzato per gomito tennista

Perché i tennisti sono più colpiti da questa sindrome?

I tennisti sono più soggetti a questo disturbo al quale hanno dato il nome, a causa dei movimenti ripetuti, e spesso errati, che compiono, e che interessano il polso ed il gomito. Questo porta ad esercitare una tensione spesso eccessiva sulle strutture muscolo scheletriche che sono coinvolte nel muscolo.

Ad essere maggiormente a rischio, insieme ai tennisti, sono quindi tutti coloro che effettuano movimenti di mano e gomito in maniera ripetuta, oltre a coloro che alzano e sollevano pesi.

Quindi musicisti ma anche idraulici o altre categorie di sportivi come coloro che praticano il lancio del disco.

Il primo consiglio per chi pratica il tennis è quello di seguire i consigli di allenatori e di professionisti, per evitare la tensione delle strutture muscolo scheletriche del polso. Un buon allenatore saprà correggere una postura sbagliata e ridurre al minimo i rischi di sviluppare il gomito del tennista.

Per le altre persone che si trovano quotidianamente a sollevare dei pesi, il consiglio migliore è probabilmente quello di tenere i polsi dritti quando questo viene fatto.

Ma quali sintomi ha il gomito del tennista?

I pazienti riferiranno un dolore in principio relativo ai tendini, che si manifesta quando si estende il polso, e che aumenta se si praticano determinate attività. Se la patologia non viene individuata o comunque curata in maniera adeguata, il dolore si può irradiare lungo l’avanbraccio e si può manifestare anche a riposo.

I pazienti più sfortunati riferiranno infatti di avere un forte dolore anche durante la notte, causato da una cronicizzazione della patologia.

I sintomi tendono a peggiorare col tempo, e sono solitamente localizzati nella parte esterna dell’avambraccio.

La forza a livello dell’avambraccio sembrerà diminuita, così come la capacità di afferrare oggetti. Si prova spesso dolore quando viene mosso il polso, al mattino, e quando proviamo a sollevare il polso o ad estenderlo.

La durata dei sintomi si attesta tra i sei mesi ed i due anni, con alcuni casi che regrediscono da soli in poche settimane.

gomito del tennista olio ozonizzato massaggi

Come si sviluppa il gomito del tennista?

Passiamo ora ai fattori di rischio, che sono, oltre come detto ad un abuso di attività sportiva praticata in maniera sbagliata, anche attività come sport da lancio o racchetta, golf e scherma, attività di giardinaggio.

Concorre però anche l’età, in quanto è provato che il gomito del tennista colpisce maggiormente persone tra i 30 ed i 50 anni.

Il medico curante effettuerà la diagnosi solitamente con la palpazione, ed a volte facendosi supportare da una risonanza magnetica.

Prescriverà nei casi più dolorosi dei farmaci antinfiammatori, riposo, un tutore o un sostegno per il gomito. Consiglierà di ridurre l’attività che causa fastidio, e di tenere il braccio in alto rispetto al corpo quanto più possibile.

L’applicazione di ghiaccio al manifestarsi di dolore e gonfiore può portare giovamento ed aiutare il processo di guarigione.

La fisioterapia è sempre consigliata, per completare la terapia con esercizi di allungamento e stretching. Non è consigliato svolgere esercizi autonomamente, perché si potrebbe peggiorare la situazione.

Solamente nei casi più gravi, in cui il dolore si cronicizza e non sembra trarre giovamento da nessuna terapia, il medico consiglierà l’intervento chirurgico. Si tratta di un intervento con ottime possibilità di riuscita, nonostante abbia i rischi di tutti gli interventi.

Il consiglio è dunque quello di prevenire il gomito del tennista facendo attività in maniera oculata e consapevole, e, nel caso si manifesti la patologia, di curarla immediatamente con tutti gli accorgimenti necessari per evitare la cronicizzazione!

Per alleviare un dolore cronico ed insistente può esserci di aiuto l’utilizzo di uno speciale olio da massaggio.

Parliamo di  OZONESPORT, un olio di girasole a base di olio ozonizzato e fitoderivati che massaggiato localmente può alleviare notevolmente il dolore e ridurre se non eliminare il ricorso ad antidolorifici.

Il rilascio graduale nei tessuti di ozono e lipidi (oxidasi) produce un’azione biologica stimolante della circolazione sanguigna. L’ozono veicolato dall’olio migliora il microcircolo e fornisce nuova energia alle cellule.

Gli ozonuri agiscono ripristinando il potenziale elettrico ionico di membrana delle cellule dei tessuti alterati.

L’olio ozonizzato induce un aumento nel numero dei fibroblasti rendendo il tessuto cutaneo più ossigenato e irrorato. Applicato con massaggi sulla pelle attraverso il veicolo dell’olio, l’ozono libera ossigeno nascente che, combinandosi con l’emoglobina, riesce ad ossigenare i tessuti a notevole profondità.

L’ozono ha una riconosciuta azione antalgica ed antiinfiammatoria. Grazie alla mancanza di controindicazioni, l’olio ozonizzato ben si presta come coadiuvante nelle risoluzione di tutte le problematiche relative al dolore a livello muscolare e tendineo.

La formula di OZONESPORT è a base di olio ozonizzato di girasole purissimo, olio di mallo di noce, olio essenziale di cannella, menta e lavanda, olio di carota e metil nicotinato.
Scegli  OZONESPORT nel formato preferito per riceverlo direttamente a casa tua in 24H!

Se ti iscrivi alla nostra mailing list puoi ricevere SUBITO un CODICE SCONTO del 10% sul primo acquisto e restare informato sulle numerose altre iniziative promozionali in programma!

In più la nostra SPECIALE GARANZIA SODDISFAZIONE TOTALE:
Con il primo acquisto riceverai un CAMPIONE di OzoneSport per testarlo subito: così, se non sarai soddisfatto, potrai restituirci il prodotto integro ed ottenere il RIMBORSO del 100% dell’IMPORTO SPESO (escluse spese postali).

Il rischio è tutto a carico nostro!

 

 

 

 

Rispondi